Barcellona non delude mai!

Barcellona  

Tornare a Barcellona a distanza di 10 anni mi ha fatto uno strano effetto, ma in fondo la città non è così diversa. Tranne ovviamente il W Hotel, la ultra-moderna struttura a forma di vela, gemella del sontuoso albergo di Dubai. Per il resto è ancora la splendida città che ricordavo, una metropoli da mille volti ma con la vivibilità di una cittadina di provincia. E poi c’è il mare: una città col mare ha sempre qualcosa in più.

Barceloneta
Barcelona non dorme mai e nonostante ciò, o forse proprio per questo, rimane tutto sommato una città pulita e sicura. Del resto con tutti i “mossos d’esquadra” e i mezzi lavastrade che ci sono in giro…
E i servizi sono addirittura migliorati, sfiorando l’eccellenza. La rete metropolitana si compone di 12 linee ed è continuamente in espansione, così come la rete di piste ciclabili. I collegamenti col vicino aeroporto El Prat sono comodissimi (metro, treno o aerobus con partenze ogni 5-10 min al prezzo di 5,90€). Barcellona è il fascino delle stradine del barrio gotico e, poco più in là, i colori e le palme della barceloneta: pochi minuti a piedi e si ha la sensazione di ritrovarsi in California. Barcelona è street art e architettura modernista, è i suoi mille cocktail bar e i baretti clandestini, è nazionalista ed è gay friendly, è la movida della turistica rambla e il fascino di tante perle nascoste.

Quartiere gotico Barcellona

Ecco alcune delle cose da fare a Barcellona che forse non avete fatto la prima volta che ci siete stati:

Rilassarsi al Parc del Labirint d’Horta
Probabilmente il più bel parco di Barcellona. Per i suoi sentieri seminascosti e le sua vegetazione non sembra un parco cittadino. In alcuni punti dimenticherete di essere a poche fermate di metro dal centro di Barcellona. E poi ovviamente c’è il divertentissimo labirinto. Ingresso: 2,23€.

Parc del Laberint d'Horta

Visitare Parc Güell
Ok, questa è una delle mete più turistiche in assoluto, ma vale sempre la pena di fare (o rifare) una visita a Park Güell. Da qualche anno l’ingresso non è più gratuito: è preferibile acquistare il biglietto on line al prezzo di 7€ per risparmiare denaro e tempo di probabili file all’entrata.
Anche se l’avete già visitato, rimarrete sempre piacevolmente colpiti dal genio di Gaudì.

Park Güell

Park Güell Gaudí

Mangiare nei mercati cittadini
È il modo migliore per gustarsi un pranzo veloce ed economico. Oltre alla Boqueria sulla Rambla, molto grande ma molto turistico, ce ne sono  altri come il vicino mercato di Santa Caterina.
In tutti i mercati con 10€ o poco più si trova di tutto: rustici, carne, pesce, frutta e dolce, il tutto già smistato in monoporzioni.

Mercato Barcellona

Noleggiare una bici
Se non lo avete già fatto a piedi approfittate della bici (con 10€ al giorno) per scoprire ogni angolo del barrio gotico. Le strette viuzze, i negozietti vintage, la street art e le piccole piazze nascoste fanno di questo quartiere un’autentica perla.

Mosaico bacio Barcellona

Street art Barcellona

Due piazze in particolare, entrambe a pochi passi dalla cattedrale, mi sono rimaste nel cuore per il loro fascino malinconico, soprattutto di sera: Plaça del Rei e ancor più Plaça de San Felip Neri. Quest’ultima, legata alla leggenda che attribuisce alle fucilazioni in piazza gli evidenti segni sulla facciata della chiesa (in realtà dovuti ai bombardamenti durante la guerra civile), è un vero gioiello nascosto dove non è raro trovare qualche solitario musicista che contribuisce ad aumentarne la magia.

Plaça del Rei Barcellona

La bici inoltre può essere un ottimo mezzo per un tour tra le attrazioni più note di Barcellona: dalla Sagrada Familia a Plaça España, da Casa Batlló alle spiagge, passando per El Raval e la Cattedrale.

Cenare a Gracia
È il modo migliore per assaporare il gusto della Barcellona un po’ più autentica e non troppo assalita dai turisti. Buoni riferimenti sono Plaça del Sol e Plaça de la Virreina, ricche di locali. Se volete risparmiare utilizzate l’app The Fork di TripAdvisor. Da queste parti funziona tanto e bene con sconti fino al 50%.

Andare ai Búnkers del Carmel per godere di una vista straordinaria della città
Il modo migliore per raggiungere questa zona è il bus V17 che però impiega una cinquantina di minuti dal centro. Se scegliete la metro c’è poi da fare un bel tratto a piedi. Il parco all’interno del quale si trova il “mirador” è sempre aperto ed è gratuito. Un’alternativa più comoda ma forse un po’ meno bella per gustarsi il panorama è il castello di Montjuïc.

 Castello di Montjuïc Barcellona

Visitare il Palau de la Música Catalana
Pur essendo uno degli edifici più noti di Barcellona, il teatro progettato da Lluís Domènech i Montaner non sempre viene visitato nei suoi interni. Ma è un capolavoro assoluto dell’architettura modernista che non ha nulla da invidiare alle pur straordinarie opere di Gaudí. Le sue immense vetrate e le sue statue, anche sul palcoscenico, lo fanno apparire quasi come un museo. Per questo vale la pena di fare una visita anche se non avete la fortuna di assistere ad un concerto. Unico punto debole: il prezzo del biglietto di ingresso, 18€, è un po’ alto per una visita che dura un’ora scarsa. Ma si risparmia il 20% grazie al coupon che è possibile trovare alle fermate dell’aerobus in aeroporto o Plaça Catalunya, insieme a tanti altri sconti utili per la vostra visita a Barcellona.

Palau de la Musica Catalana

Barcellona non delude mai! ultima modifica: 2017-05-12T23:59:41+00:00 da Intrippando

2 thoughts on “Barcellona non delude mai!

Rispondi