5 consigli di lettura per l’estate

5 libri consigliati per l'estate  

Il 21 giugno ne sancisce l’inizio ufficiale e tutto procede come da copione: le temperature sono roventi, per ragazze e ragazzi la scuola è solo un vago ricordo, troppo lontano e non ancora abbastanza vicino per intralciare queste calde giornate da vivere in totale spensieratezza. Al lavoro si pensa solo alle vacanze e l’unico pensiero è quello di pianificarle in ogni minimo dettaglio affinché siano perfette. Insomma tutto danza intorno a lei, la regina delle stagioni, l’estate.

Tra la miriade di cose che riempiono il nostro tempo estivo fino a farlo strabordare quasi fosse una valigia in cui far entrare il maggior numero possibile di vestiti,  la lettura riesce sempre a ritagliarsi il proprio tempo. Tutti noi, che siamo lettori incalliti o saltuari, semplicemente “stagionali” o persino novelli, proviamo l’impulso di prendere in mano un libro, sia esso di carta o di bit. Dunque ecco a voi cinque proposte di lettura per allietare questi mesi estivi.

“L’amore bugiardo”, Gillian Flynn, Rizzoli.  I thriller e i gialli sono senza dubbio i libri più gettonati e richiesti durante i mesi estivi. L’estate è per eccellenza il tempo delle trame avvincenti che tengono il lettore incollato alle pagine, della suspense, dei detective  e dei commissari più bislacchi, dei delitti più improbabili, degli epiloghi che lasciano a bocca aperta, di scomparse impensate e ritrovamenti impensabili. Proprio da una scomparsa inaspettata prende il via “L’amore Bugiardo”, la storia di Amy e Nick che, giovani, belli, innamorati e pieni di futuro sono perfetti l’uno per l’altra e il matrimonio non è che il preludio della meravigliosa vita insieme che li aspetta. Le cose cambiano però nel giro di qualche anno e gli incastri perfetti della loro relazione iniziano a scricchiolare… Di tutto questo il lettore è partecipe grazie alla struttura narrativa abilmente costruita dall’autrice che, a capitoli alterni, ci conduce nei meandri più oscuri della mente di Amy e Nick, alla scoperta dei segreti e delle menzogne che reggono le fila di ogni matrimonio. Insomma, cari lettori, vi risulterà molto difficile non rimanere invischiati in questa storia.

“L’isola di Arturo”, Elsa Morante, Einaudi. Romanzo di formazione e romanzo-specchio, “L’ isola di Arturo”, ambientato nel 1938 sullo sfondo della bellissima e selvaggia isola di Procida, racoonta sotto forma di memorie la storia di Arturo, protagonista e narratore al tempo stesso: Arturo bambino indomito sognatore, Arturo adolescente affamato di vita e conoscenza, Arturo nostalgico e disilluso. La storia di Arturo, come scrisse Elsa Morante, è quella del “ragazzo che volevo essere” e non è diventato, potremmo aggiungere noi. Sarà impossibile non innamorarsi di questo ragazzo, perché, in fondo, Arturo nelle diverse sfumature del suo percorso di crescita e maturazione è un po’ tutti noi. Inoltre quest’anno il romanzo, Premio Strega nel 1957, compie sessant’anni e quale modo migliore di festeggiarlo se non leggendolo?

“L’ordine del tempo”, Carlo Rovelli, Adelphi. Dopo il successo mondiale di “Sette brevi lezioni di fisica”, Carlo Rovelli, fisico teorico, torna in libreria con un nuovo saggio per spiegarci uno dei concetti fondanti della fisica: il tempo. Basterà attrezzarsi di un pizzico di curiosità e voglia di conoscere un affascinante mistero del nostro mondo e vi ritroverete ad appassionarvi a un atipico libro di fisica e non saprete spiegarvi come sarà stato possibile.

“Il senso di una fine”, Julian Barnes, Einaudi. Tony Webster, il protagonista del romanzo, è un uomo mediocre: sessantenne, sposato, separato, con una figlia grande incurante di lui, sta invecchiando e indugia con la mente sulla vita, sul tempo, sui ricordi, rifuggendo tumulti e scombussolamenti. Eppure una lettera irrompe nella noia del suo presente e rimescola il suo passato. A questo punto Tony Webster percorre a ritroso la sua storia, per capire e fare luce nelle zone d’ombra della sua vita, dissotterrando episodi sepolti dalla memoria, fino ad una conclusione spiazzante per il lettore. Il tutto sublimato da una scrittura esatta. Avete quindi capito che si tratta di un “piccolo” -150 pp.- capolavoro da non perdere. E poi non siete curiosi di scoprire qual è il senso di una fine? E di quale fine?

“Lei & lui”, Marc Levy, Rizzoli. L’estate, si sa, è la stagione più frizzante dell’anno, foriera di nuove amicizie e nuovi amori, portatrice di allegria, leggerezza ed entusiasmo, quindi non può mancare tra le nostre letture una storia in perfetta sintonia con questo spirito festoso. E “Lei & lui” è proprio il romanzo che fa al caso nostro: Marc Levy confeziona una commedia brillante e irresistibile, piena di humour, una storia d’amicizia e d’amore ambientata nella magica Ville Lumière. Parigi è solo la ciliegina sulla torta di questo brioso libro che vi regalerà una ventata di buonumore. E quale altro ottimo motivo per leggerlo se non questo?

A questo punto non vi resta che correre in libreria e mettere in valigia i vostri acquisti.

Buone letture !

5 consigli di lettura per l’estate ultima modifica: 2017-07-23T12:46:07+00:00 da Intrippando

4 thoughts on “5 consigli di lettura per l’estate

  1. “Il Senso di una Fine” l’ho letto il mese scorso: molto triste ma molto bello. Non conoscevo l’autore, che mi è stato consigliato da un’amica. Tra gli altri titoli che suggerisci mi ispira molto L’Amore Bugiardo: oggi vado a vedere il libreria. Grazie per i consigli 🙂

  2. Ti dirò, di tutti i libri che hai citato non ne conoscevo mezzo (moooolto imbarazzante) ma mi ispirano tutti (forse mi perdi un po’ via con il thriller che) e soprattutto il senso di una fine che in tutto e per tutto rispecchia il genere che prediligo.
    Ti manderò una foto in spiaggia mentre leggo questo libro, aspettati il mio selfie hahahha!

Rispondi